Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina


il variatore di anticipo

Il variatore di anticipo un componente opzionale degli impianti a gas.
Il suo compito variare l'anticipo dell'accensione per sfruttare meglio il potere antidetonante tipico del gas in generale e del metano in particolare.
La miscela aria-comburente entra nel cilindro per aspirazione (il pistone va gi) e risucchia la miscela da una valvola che rimane aperta.
Successivamente tale valvola (comandata dall'albero a camme) si chiude e il pistone torna su comprimendo la miscela fino a raggiungere una pressione alla quale la miscela esplode, se accesa con la scintilla della candela,
quindi l'esplosione spinge il pistone in gi (forza motrice).
Per migliorare l'efficienza si scoperto che occorre fare scoccare la scintilla non esattamente quando la miscela del tutto compressa, ma un attimo prima. Regolando questo anticipo riusciamo ad ottimizzare la combustione.
Il gas ha caratteristiche leggermente diverse dalla benzina, quindi ha bisogno di un anticipo leggermente maggiore per ottenere la massima efficienza e quindi risulta vantaggioso (in termini di consumi e potenza) aggiungere un variatore di anticipo.
C' da dire per che con un'auto a metano, i benefici di un variatore sono decisamente maggiori che a GPL in relazione al fatto che la perdita di potenza maggiore con un impianto a metano.
È particolarmente indicato qualora si presentino problemi di tenuta al minimo.
Il suo costo si aggira attorno ai 100 euro ma non disponibile per tutti i tipi di auto. Inoltre alcuni tipi di impianto (come il BRC Sequent) hanno gi questa funzione.